Come disse Jeff Bezos, imprenditore, fondatore, presidente e amministratore delegato di Amazon, la più grande società di commercio elettronico al mondo: “Prima si dedicava il 30% del proprio tempo per costruire un ottimo servizio e il restante 70% per farlo conoscere. Oggi queste percentuali si invertono”.

Non perché non ci sia più bisogno di promuovere le attività commerciali o farle conoscere, quanto piuttosto perché la tecnologia ha enormemente semplificato le potenzialità di vendita e diffusione di prodotti e servizi, permettendo così agli imprenditori di dedicare più tempo a sviluppare il proprio business.

Mantenere una comunicazione costante con i tuoi clienti permette alla tua attività locale di mettere in evidenza qual è il tuo valore aggiunto, attirando, coinvolgendo, informando e convertendo i visitatori in potenziali clienti e successivamente in clienti effettivi. La frase pronunciata nel 1996 da Bill Gates, imprenditore, programmatore, informatico e filantropo statunitense, meglio conosciuto come principale fondatore di Microsoft, racchiude in sé uno dei concetti chiave del marketing della nostra epoca: creare contenuti di qualità per rispondere ai bisogni reali della propria audience è ormai imprescindibile.

Steve Jobs, imprenditore, informatico e inventore statunitense, cofondatore e amministratore di Apple Inc. consigliò: “Avvicinati il più possibile ai tuoi clienti. Così vicino da dire loro di cosa hanno bisogno prima che se ne rendano conto loro stessi”. Non è geniale?

Certamente, direte voi, per loro che avevano grandi budget da investire, comunicare con i clienti era decisamente più semplice, ma non è detto che anche una piccola impresa non abbia la possibilità di sfruttare le potenzialità tecnologiche per raggiungere facilmente i propri clienti e comunicare con loro. Penso che una semplice regola di business sia, se prima fai le cose che sono più facili, allora puoi effettivamente fare molti progressi dice Mark Elliot Zuckerberg, informatico e imprenditore statunitense, fondatore di Facebook. Con questa frase riporta l’attenzione sul concetto di dare priorità alle cose semplici in modo da riuscire più facilmente a progredire e andare avanti.

Automatizzando i flussi di comunicazione si può iniziare a risparmiare un sacco di tempo senza perdere controllo sui processi e mantenendo un elevato standard di qualità di servizio. Di seguito alcuni esempi di automatismi che è possibile impostare con l’aiuto di uno strumento di marketing automation:

  • Email di benvenuto a tutti i nuovi iscritti;
  • Email ricorrenti: in occasione di festività e ricorrenze come la data di compleanno del cliente, o la data in cui si è registrato come tuo cliente…
  • Le notifiche collegate agli ordini e al carrello acquisti. Quale occasione migliore se non l’email di riepilogo dell’ordine per proporre e consigliare nuovi acquisti? Statisticamente le conferme d’ordine, anche dette email transazionali, sono email con un tasso di apertura elevatissimo.
  • Le email di notifica di carrello abbandonato, per richiamare l’attenzione di quei clienti che non hanno concluso un acquisto.

Concludiamo i nostri consigli con una citazione di Jack Ma Yun: fondatore e presidente di una fra le maggiori compagnie di commercio online, la Alibaba Group, nonché l’uomo più ricco della Cina. Mai mollare. Oggi è dura, domani sarà peggio, ma dopodomani splenderà il sole.