Il comportamento dei consumatori si sta spostando sempre di più sull’online, si stima che il traffico su internet abbia subito un aumento compreso fra il 50% e il 70%. Milioni di persone lavorano, acquistano e si intrattengono online e questo modifica le loro esigenze e il loro modo di relazionarsi anche con i retailer.

Le piccole attività, come i bar e le pizzerie, i negozi al dettaglio come le vinerie, ma anche i ristoranti devono per forza di cose affrontare nuove sfide per raggiungere e mantenere i propri clienti. la vendita online e la consegna a domicilio sono quindi passaggi quasi obbligati per mantenere un’identità, nell’attesa di vedere come si evolverà la situazione.

Se anche tu ti trovi in questa situazione la prima cosa da fare è contattare la tua lista clienti.

FAI SAPERE AI TUOI CLIENTI CHE LA TUA ATTIVITÀ È APERTA E CONSEGNA A DOMICILIO

I tuoi clienti sono la tua risorsa più preziosa. Contattali e proponi loro la lista prodotti che possono ricevere direttamente a casa. L’ideale sarebbe aggiornarla spesso con suggerimenti e offerte per incentivare nuovi acquisti.

RECLUTA I FATTORINI E MUNISCITI DEI GIUSTI IMBALLI

Anche se non hai mai effettuato consegne vale la pena organizzarti in autonomia per raggiungerli. Il tuo personale può esserti d’aiuto in questa fase, proprio perché già conosce l’attività, i prodotti e spesso direttamente anche i clienti. Sarà quindi un vantaggio per te avere tutto il processo sotto controllo, dall’acquisto alla consegna nelle mani del cliente, per gestire al meglio eventuali imprevisti.

La presenza su canali terzi e piattaforme affermate di delivery, ti servirà invece per attrarre nuovi clienti, che da solo hai più difficoltà ad intercettare. In questo modo rendi efficienti le spese di commissione e differenzi la tua offerta.